Logo

addFav

Castagne che passione: feste e sagre d’ottobre in Emilia Romagna dedicate alla regina indiscussa di questo periodo

Ci sono degli alimenti che caratterizzano un particolare periodo dell’anno e la castagna è proprio  uno di questi: pensarci rievoca subito l’autunno con i suoi bellissimi colori! 🙂
Di come questo prodotto sia uno dei “must” della stagione autunnale, ne avevamo già scritto sul nostro magazine, ma di dove sia possibile andare per partecipare alle numerose feste e sagre in suo onore nella nostra regione ne parliamo in questo articolo. Noi amiamo tantissimo gli eventi locali, pensiamo che frequentarli sia importante per cogliere la vera anima dei territori e viverli appieno. Ecco allora che abbiamo individuato per voi alcuni momenti in cui immergervi nelle tradizioni più autentiche in questo periodo dell’anno in Emilia Romagna.

 

Nei dintorni di Bologna

La prima manifestazione che vi segnaliamo è la “Sagra del Marrone” di Castel del Rio, un borgo in provincia di Bologna, situato lungo il fiume Santerno, a circa 25 km da Imola. Quest’anno la sua 62°edizione si terrà quasi tutte le domeniche di ottobre: l’8, il 15, il 22 e il 29. E’ la festa più antica del paese che lo vede letteralmente invaso da stand gastronomici che propongono specialità a base di marroni. Oltre a fermarsi a degustare gli invitanti piatti, nei punti di ristoro e nelle trattorie tipiche, potrete anche passeggiare per il mercato tradizionale o partecipare a convegni e conferenze sull’argomento, vivendo così momenti interessanti fatti di storia, cultura e gastronomia. Molti piatti proposti nei menù sono tipici della cucina povera di montagna in cui la castagna era l’ingrediente principale come ad esempio il castagnaccio, la polenta di farina di castagne, i “capaltaz”, le frittelle e i tartufi di marroni, i liquori a base di castagne, le marmellate e i vari dolci. [www.prolococasteldelrio.it]

Un altro appuntamento interessante è “Sapori e profumi d’autunno”, a Casalecchio di Reno, dal 13 al 15 ottobre. In queste giornate, il centro storico di questa località si anima grazie ai gustosi mercatini e ai divertenti spettacoli organizzati per festeggiare l’autunno. Si potrà gustare molti piatti a base di castagne ma anche di altre specialità di stagione o preparazioni tipiche come le crescentine, i borlenghi, i funghi, il vin brulé e tanto altro ancora. [www.iatcollibolognesi.it]

 

Tra Modena e Reggio Emilia

A Zocca, nel nostro splendido Appennino Modenese, famosa anche perché casa del mitico Vasco Rossi, ci si prepara a festeggiare la 40° edizione della “Sagra della Castagna e del Marrone tipico”. L’8, il 15 e il 22 ottobre, l’antico frutto originario di questo territorio, tutelato da un apposito marchio, viene celebrato con una sagra che prevede stand gastronomici, una mostra mercato di produttori locali, mercatini artigianali, tanta musica e intrattenimenti vari. Sarà una buona occasione, per visitare anche l’interessante “Museo del Castagno”, dedicato alla memoria del territorio, dove si raccontano l’ambiente e la storia dell’Appennino Modenese ponendo particolare attenzione sul ruolo che la castagna ha avuto all’interno delle comunità di montagna. In passato, infatti, in queste zone, i boschi di castagno hanno sostituito quelli di querce, diventando così una risorsa fondamentale per la popolazione, tanto da guadagnarsi l’appellativwww.marola.ito di “alberi del pane”. Durante la manifestazione sarà possibile ovviamente degustare i piatti tradizionali a base di castagne come i “ciacci”, fatti di un impasto di farina e acqua, detto “colla”, cotto su piastre apposite, di cui abbiamo già parlato nell’articolo dedicato ai piatti tipici della cucina modenese.

A Reggio Emilia, l’appuntamento più importante dedicato alla castagna è quello di Marola, a Carpineti, dove la “Festa della castagna”, organizzata per la prima volta nel 1964, è una delle prime sia dell’Appennino Tosco Emiliano sia d’Italia. Quest’anno si terrà l’8, il 15 e il 22 ottobre. Situata a 30 km da Reggio, questa località è immersa in castagneti secolari e si caratterizza per la sua abbazia romanica fatta costruire da Matilde di Canossa. Tra rievocazioni storiche, divertenti tour, stand gastronomici e padelle di castagne da record, sarà possibile trascorrere una bella giornata all’insegna dell’enogastronomia e del folklore. [www.marola.it]

 

In Romagna

Qui, tre sono gli appuntamenti che v’indichiamo. Il primo è la “Festa dei frutti dimenticati e del marrone di Casola”, a Casola Valsenio, un bellissimo borgo nell’entroterra di Ravenna, il 7-8 e il 14-15 ottobre. Alla sua 27° edizione quest’appuntamento è dedicato alla riscoperta di sapori antichi e a prodotti di cui si è persa la consuetudine di utilizzo. Il programma è molto articolato ed è consultabile sul sito della Pro Loco. Eventi enogastronomici si alterneranno a mostre e momenti che avranno come tema appunto la valorizzazione di tradizioni e prodotti del passato. [www.proloco-casolavalsenio.blogspot.it].

Infine, da Ravenna ci spostiamo nei dintorni di Rimini, dove in due bellissimi borghi medioevali dell’entroterra, hanno luogo due sagre da non perdere: quella delle castagne di Talamello, l’8 ottobre, e quella di Montefiore Conca, tutte le domeniche di ottobre a partire dalla seconda. La prima, alla sua 19° edizione, è una bella festa in cui poter gustare sapori unici e antichi delle specialità locali a base di castagne, visitare i vari mercatini dei prodotti tipici, dell’artigianato e dell’antiquariato, e vedere all’opera pittori e musicisti. Qui, nella Valmarecchia, dove sono presenti castagneti secolari e la coltivazione del loro frutto risale al Medioevo, la castagna è indubbiamente la regina indiscussa. [www.lavalmarecchia.it]

Nella seconda sagra, invece, a Montefiore di Conca, alla sua 53° edizione, si festeggerà con momenti di musica e spettacolo che accompagneranno i vari mercatini e le diverse degustazioni. Con l’occasione, potrete approfittare per far visita alla bellissima rocca malatestiana che svetta imponente sulla vallata del fiume Conca, dominando la Riviera: un paesaggio che contribuisce a rendere questo luogo uno dei borghi più suggestivi del nostro paese. [www.comune.montefiore-conca.rn.it]

(Stefania Fregni, www.mymodenadiary.it)

 

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?