Cosa fare a Modena e dove mangiare modenese doc - Non solo buono
article header
La Redazione
< 1

Cosa fare a Modena e dove mangiare modenese doc

Indice:

Nel cuore dell’Emilia-Romagna, tra verdi colline e paesaggi incantevoli, sorge una città che incanta i sensi ed il palato con la sua storia millenaria, la sua ricca cultura e le sue prelibatezze gastronomiche conosciute in tutto il mondo. Modena è molto più di una semplice destinazione turistica; è un viaggio attraverso i secoli, un’immersione nell’arte e nella tradizione, un paradiso per i buongustai.

Questo articolo vi condurrà alla scoperta di Modena, guidandovi attraverso i suoi vicoli e le sue strade storiche. Esploreremo il suo passato glorioso, evidente nelle sue maestose piazze e nei suoi monumenti, ma anche nel cuore delle sue genti che portano avanti le tradizioni con passione e dedizione.

Ma Modena non è solo storia e cultura, è anche cibo e festa. Parleremo delle delizie culinarie che questa terra offre, dal celebre tortellino, passando per il tradizionale aceto balsamico, fino alle prelibatezze dolci come il Bensone

Inoltre, ci immergeremo nell’atmosfera festosa delle sagre e degli eventi di paese, dove la comunità si ritrova per celebrare la propria identità e le proprie radici.

Modena è una città che incanta e sorprende, una destinazione imperdibile per chi desidera immergersi nella cultura italiana più autentica, gustando sapori unici e partecipando alle festività che rendono questa città così speciale.

Modena: la storia e il luogo

Modena vanta una storia ricca e affascinante che abbraccia millenni di cambiamenti e sviluppi. 

Fondata dagli antichi romani come “Mutina” nel 183 a.C., Modena ha subito molte trasformazioni nel corso dei secoli. 

Durante il periodo medievale, fu un importante centro commerciale e culturale, con la sua cattedrale, il Duomo di Modena, costruito tra l’XI e il XIII secolo, che è un capolavoro dell’architettura romanica.

Nel Rinascimento, Modena fu governata dai potenti duchi della famiglia d’Este, che contribuirono notevolmente allo sviluppo artistico e culturale della città. Il Palazzo Ducale e il Teatro Comunale sono diretta testimonianza di quest’epoca d’oro.

Nel XIX secolo, Modena fu coinvolta nei turbolenti eventi delle guerre napoleoniche e delle guerre d’indipendenza italiane, prima di essere annessa al Regno d’Italia nel 1860.

Durante la Seconda Guerra Mondiale, la città subì danni significativi ma in seguito conobbe un periodo di rinascita economica e culturale.

Nel XX secolo, Modena divenne nota per la sua industria automobilistica, grazie a marchi come Ferrari, Maserati e Lamborghini, che hanno sede nella regione. Oggi, Modena è un centro di eccellenza per la produzione di auto di lusso.

Inoltre, nel 1997, il Duomo, il Palazzo Ducale e il Teatro Comunale sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO

Oggi, Modena continua a prosperare come centro culturale, economico e gastronomico di rilevanza internazionale.

Modena: cosa fare e cosa mangiare

5 cose spettacolari da vedere a Modena

 

Piazza Grande

Questa piazza è il cuore del centro storico di Modena ed è circondata da edifici storici, tra cui il Duomo e il Palazzo Comunale. È il luogo perfetto per una passeggiata e per ammirare l’architettura medievale della città.

 

Museo Enzo Ferrari

Modena è famosa per essere la patria di Enzo Ferrari, il fondatore della casa automobilistica Ferrari. Il Museo Enzo Ferrari celebra la sua vita e il suo lavoro, e ospita una straordinaria collezione di auto d’epoca e cimeli legati al mondo dell’automobilismo.

 

Palazzo Ducale

Costruito a partire dal 1634 su progetto dell’architetto romano Bartolomeo Avanzini, il Palazzo ha ospitato per più di due secoli la Corte Estense fino all’ultimo duca Francesco V d’Austria-Este (1859). Il Palazzo ospita oggi la prestigiosa Accademia Militare di Modena, aperta al pubblico solo nei weekend.

 

Acetaia Comunale di Modena

Se siete curiosi di conoscere più da vicino il famosissimo Aceto Balsamico Tradizionale di Modena DOP questo è il posto che fa per voi. Qui potrete conoscere la sua origine e storia, scoprire l’essenza del prodotto e il processo di produzione con i maestri assaggiatori che conducono la visita, e, infine, degustare l’Aceto Balsamico Tradizionale Dop affinato (minimo 12 anni di invecchiamento) ed extravecchio (minimo 25 anni).

 

Duomo di Modena

Questa maestosa cattedrale è un capolavoro dell’architettura romanica edificata all’inizio del XII secolo sopra il sepolcro di san Geminiano, patrono della città. Il progetto venne affidato all’architetto lombardo Lanfranco, uno dei pochissimi artisti di epoca medievale di cui ci è giunto il nome. Si tratta di una vera e propria opera d’arte, tappa imperdibile per i visitatori a Modena. 

article image

Oltre a queste attrazioni, Modena offre una deliziosa cucina emiliana, con piatti tradizionali irresistibili. Un ultimo consiglio… assicuratevi di esplorare il centro storico a piedi per scoprire ulteriori tesori nascosti e immergervi nell’atmosfera autentica di questa affascinante città. 

5 piatti tipici di Modena

 

Borlenghi

Si tratta di una cialda molto sottile e croccante, un sorta di crêpe, ma più friabile, che viene realizzata a partire da un impasto, detto “colla” a base di farina, acqua e sale. Di forma rotonda, questa cialda ottenuta dopo una breve cottura dell’impasto, viene poi condita con la cosiddetta Cunza (che in dialetto modenese significa “riempimento”), ovvero un battuto di pancetta, lardo, aglio e rosmarino, detto anche pesto modenese.

 

Maccheroni al pettine

Un altro esempio dell’arte pastaia modenese sono i maccheroni al pettine, così chiamati per la loro peculiare preparazione. Ricavati dei rettangoli di pasta sfoglia, questi vengono arrotolati su di un bastoncino di legno e “strisciati” sopra ad un pettine da tessitura, che gli dona il loro aspetto rigato perfetto per “catturare” il sugo.

 

Rosette modenesi

Tra le ricette tipiche di Modena, le rosette sono sicuramente una tra le più sfiziose. Questo tipo di pasta al forno viene preparata arrotolando uno strato di sfoglia cotta con del prosciutto di Vignola e provola a fette. Una volta tagliate e disposte in verticale in una teglia, le rosette vengono guarnite con abbondante besciamella, burro e Parmigiano Reggiano. Una vera delizia!

 

Bensone

Il Bensone è forse il dolce più antico della città di Modena. Questa ciambella dalla forma ovale, preparata originariamente solo con farina, latte, uova, burro e zucchero, viene oggi farcita in tutti i modi. Il vero assaggio, quello che non dovete assolutamente perdervi, è, però, quello con il Lambrusco: il vino tipico modenese in cui intingere le fette di questo gustosissimo dolce tradizionale.

 

Tortellini in brodo

I tortellini, pasta ripiena tipica del modenese conosciuta ormai in tutto il mondo, sono caratterizzati da un gustoso “ripieno” di carne racchiuso in una sottile sfoglia all’uovo, abilmente lavorata fino a darle la classica forma che la leggenda vuole simile all’ombelico di Venere. I tortellini, pietanza ricca e completa, vengono secondo tradizione consumati in un brodo di carne ricco e saporito. 

article image

Scommettiamo che vi è venuta una gran fame, vero? Allora continuate a leggere perché tra poco vi diremo dove assaporare questi e tanti altri deliziosi piatti modenesi.

I ristoranti più consigliati di Modena

 

Ristorante da Danilo

Situato nel pieno centro storico di Modena, a pochi passi dal Duomo, il Ristorante Da Danilo è un simbolo autentico della tradizione culinaria modenese da oltre 40 anni. Fondato nel 1934, vivacizza le classiche specialità della cucina tipica del territorio, proponendo alla clientela piatti di incredibile sapore. Qui abbiamo avuto il piacere di gustare, in un’atmosfera intima e calorosa, i prelibati piatti della casa. Come antipasto, abbiamo scelto il ricco tagliere di salumi, pecorino, marmellate e gnocco fritto. Una goduria ad ogni morso! Come primo, ci siamo fatti tentare dal piatto autunnale per eccellenza, ovvero la zuppa di maltagliati con fagioli. Un primo piatto caldo e cremoso, che scalda il cuore e delizia il palato.  Come secondo, abbiamo optato per il classico filetto all’aceto balsamico. Che dire… un abbinamento imperdibile!

 

Contatti

 

Antica Trattoria Cervetta

È la tipica trattoria modenese. Un locale piccolo che sa di casa! Qui trovate tutti i piatti tipici modenesi preparati come si faceva una volta.  Vi consigliamo di assaggiare il filetto di manzo denominato “Ritorno agli anni 80” e di abbinarci un corposo vino rosso del territorio.  Da non perdere anche la particolare Selezione di Formaggi “Beppino Occelli” con Confetture così composta: Occelli al Barolo, primo classificato alla degustazione di formaggi ubriachi slow food 1999 e scalogno al vino, Occelli al malto d’orzo e whisky, formaggio di fossa e marmellata di arance, robiola di capra e miele, taleggio e confettura di cipolle al balsamico. Vi abbiamo incuriosito, vero? Presto, prenotate che i posti vanno a ruba!

 

Contatti

 

Ristorante Tradizionale Uva D’Oro

Situato a 150 metri dal Duomo, il Ristorante Tradizionale Uva d’Oro è il punto di riferimento per chi desidera pranzare o cenare concedendosi la giusta pausa, in un locale accogliente e in grado di soddisfare i palati più esigenti. Il proprietario e il suo staff ci hanno viziato e coccolato per tutto il tempo, rendendo speciale la nostra esperienza gastronomica qui a Modena. Ma veniamo al dunque, il cibo. Vi consigliamo di non perdervi i salumi, di altissima qualità e selezionati da fornitori esclusivamente italiani, le paste fresche fatte in casa e i dolci che sono di produzione propria, così come la marmellate di amarene e la mostarda di cipolle, disponibili anche per la vendita.

Contatti

 

article image
Feste di paese e sagre a Modena in programma per ottobre

Sagra della Castagna e del Marrone Tipico

Nelle domeniche di ottobre 8-15-22 e 29, il borgo montano di Zocca, in provincia di Modena, ospita come da tradizione la Sagra della Castagna e del Marrone Tipico. Lungo le vie del centro vengono allestiti numerosi stand gastronomici ed un mercatino artigianale, dove gustare caldarroste e vin brulé, il tutto accompagnato da musica e intrattenimento per grandi e piccini.

Questa sagra sottolinea il legame fra Zocca e la produzione di castagne, prezioso frutto del bosco storicamente importante per la popolazione dell’Appennino; un legame evidenziato anche dalla presenza sul territorio di un castagno secolare e dal Museo del Castagno.

 

‘Ste Sroden

Sabato 14 e domenica 15 ottobre a Fanano torna il tradizionale appuntamento con ‘Ste Sroden, che in dialetto modenese significa questo autunno.

Per l’occasione questo delizioso borgo sull’Appennino di Modena si veste d’autunno e, in una magica atmosfera di foglie, castagne e colori autunnali, vengono allestiti stand a cura dei ristoratori locali che servono specialità stagionali a base di funghi, castagne, zucca e tanto altro, dal primo al dolce.

 

Il profumo del mosto cotto

Domenica 15 ottobre nelle vie e piazze del centro di Soliera torna la festa che celebra ogni autunno le tradizioni enogastronomiche, la storia e la cultura contadina del territorio.

In programma mercatini, piatti tradizionali, rappresentazioni di antichi mestieri, visite guidate, spettacoli e iniziative per bambini.

 

Festa della Castagna

Il 28 e il 29 ottobre torna a Montecreto la Festa della Castagna: appuntamento immancabile dell’Autunno in Appennino Modenese.

La festa si svolge lungo la via principale del paese e nello scenografico Parco dei Castagni, dove si trovano alberi che sembrano risalire ai tempi di Matilde di Canossa.

In programma stand gastronomici, musica e animazioni per bambini, oltre alla possibilità di provare tipicità locali come i ciacci di castagne.

Fiere e eventi a Modena in programma per ottobre e novembre

Modena Champagne Experience 2023

Champagne Experience™ è il più importante evento italiano dedicato alle bollicine più famose del mondo. Promosso e organizzato da Società Excellence, riunisce importatori e maison in gran parte rappresentate dagli stessi produttori francesi, presenti durante l’evento. Un’occasione unica per degustare centinaia di champagne e partecipare a Master Class con vini e relatori di altissimo livello. Champagne Experience™ è più di una fiera, è un’esperienza unica nel suo genere, pensata per esaltare passione e tecnica, in un contesto di alto livello professionale. 

 

Skipass 2023

Skipass è una manifestazione fieristica internazionale riconosciuta dalla FISI che si tiene presso i saloni della fiera di Modena dal 1994 a cavallo tra ottobre e novembre. Si tratta di uno degli eventi più importanti al mondo dedicato agli sport invernali e alla montagna bianca. La manifestazione è rinomata per la presentazione delle novità negli attrezzi sportivi e dell’abbigliamento per la pratica degli sport invernali. A Skipass prendono parte anche atleti e grandi personaggi degli sport invernali, infatti la FISI approfitta di questo meeting per organizzare incontri, workshop e premiazioni. La peculiarità di Skipass è quella di dare grande spazio alla parte legata agli spettacoli sportivi creando un’area innevata con strutture di diverso tipo su cui vengono organizzate gare internazionali di sci acrobatico e snowboard, prove materiali e corsi di avvicinamento a sci e snowboard. 

 

Internazionale Sor 2023

E’ la manifestazione attesa da tutti gli allevatori e appassionati di ornitologia. La mostra Ornitologica Internazionale si svolgerà a ModenaFiere e Hobby Natura Ornitologia sarà presente con il proprio stand di 60 mq. Ci saranno numerose novità nello stand, troverete i brand/prodotti Blattner, Easyyem e Pantex/Dr.Coutteel e selezionati esemplari dell’allevamento e dei migliori aviari d’Europa!

Ultimi articoli

IL PROFUMO E IL GUSTO DELL’ECCELLENZA: ALLA SCOPERTA DEL PROSCIUTTO DI PARMA

LEGGI

PISAREI E FASÒ: IL CUORE RUSTICO DELLA CUCINA EMILIANA

LEGGI

IL “TESORO” DI MODENA: STORIA, PRODUZIONE E TRADIZIONE DELL’ACETO BALSAMICO

LEGGI