Logo

addFav

Ristoranti a Modena: 6 locali che fanno tendenza

Sempre pieni, bell’atmosfera, arredati in modo impeccabile, ognuno con il proprio stile, menù invitanti: questo è, secondo noi, l’identikit di un locale che fa tendenza.
In ogni città ce ne sono, ecco allora che vi vogliamo indicare 6 indirizzi da provare se volete trascorre una bella serata mangiando qualcosa in compagnia in un clima piacevolmente “trendy”.
La maggior parte di questi posti si trova nel centro storico, il cuore pulsante della città, che la sera diventa molto animato.

Partendo dai viali del centro e percorrendo Corso Canalchiaro il primo che incontriamo è il Mon Café. Aperto dalla mattina alla sera, ogni momento della giornata si caratterizza per un’offerta diversa. Si parte dalla colazione, ci si può fermare per il pranzo, poi per l’aperitivo, a provare le diverse “tapas” alla carta, oppure si può venire a cena e rimanere per il dopo cena a degustare gli ottimi cocktail. L’arredamento in stile provenzale lo rende molto accogliente. All’esterno c’è anche un bel dehor, dove vi consigliamo di fermarvi per un rilassarvi un po’!

Proseguendo per Corso Canalchiaro verso Piazza Grande, a sinistra trovate via Bonacorsa, dove è situato lo Spaccio delle Carceri. Il suo nome, un po’ insolito, deriva dal fatto che una volta proprio qui di fronte si trovava il vecchio carcere cittadino e l’ambiente dove ora sorge il locale era adibito a spaccio/bottega. Anche questo posto è aperto dalla mattina fino a sera tarda, il momento dei dj-set. L’ambiente è molto creativo, alle pareti troviamo moltissimi riferimenti ai simboli della vita carceraria, e l’offerta gastronomica è interessante, anche nella sua presentazione.

Non lontano, in Vicolo Camillo Coccapani, c’è il Ristretto. Nato come bar-enoteca, circa un anno e mezzo fa, ha un po’ cambiato pelle diventando un ristorante molto frequentato, grazie anche all’arrivo di Silvia Cottafavi, la sua giovane chef di talento, e all’ottimo lavoro di squadra di tutto il team. Il menù è innovativo e ricercato, la presentazione dei piatti di classe, il cibo di qualità, la carta dei vini vasta, i cocktail ben fatti: questi i motivi per cui oggi il locale è sempre molto gettonato.

Passando per via Cesare Battisti, sarà impossibile non notare i tavolini, vista Ghirlandina, dell’Archer, e la “mitica” panchina su cui tutti adorano farsi fotografare da Marina Bersani, la proprietaria, sempre molto professionale e preparata. L’Archer è stato definito un “gastro pub” dove si trovano prodotti eccellenti e piatti sfiziosi, ma soprattutto un’ottima carta di vini.

Sempre per gli amanti del vino, in via del Taglio, segnaliamo l’Enoteca Compagnia del Taglio. Un posto dall’ambiente curato, accogliente e intimo, dove ci si può abbandonare al piacere di un buon calice accompagnato da qualche piatto gustoso (come un bel tagliere di affettati e, perché no, anche un cestino di “tigelle”).

Infine, non lontano dal centro, l’ultimo ristorante che vi segnaliamo è la Franceschetta58, sorella minore della famosa Osteria Francescana di Massimo Bottura. Il locale, situato in un’ex officina ristrutturata, in via Vignolese 58, colpisce per il gusto dell’arredo: il mix di piatti vintage alle pareti e sui tavoli è meraviglioso. Questo ristorante è un luogo in cui le tradizioni culinarie italiane si fondono con alcune suggestioni dal mondo. Un posto semplice ma allo stesso tempo particolare e piacevole in cui si ha sempre voglia di tornare!

Questi alcuni suggerimenti, se passate da Modena, fateci sapere come li avete trovati :)

(Stefania Fregni, www.mymodenadiary.it)

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?