Logo

addFav

Le mostre d’arte da vedere entro il 2017 in Emilia Romagna

Con l’autunno sono arrivate un sacco di novità in Emilia Romagna per chi ama l’arte!
Partono infatti molte attesissime mostre che potranno essere anche un’ottima motivazione per un gita fuori porta in una di queste località della nostra regione.
Abbiamo selezionato le mostre d’arte imperdibili che secondo noi dovete assolutamente visitare prima della fine di quest’anno. Pronti a prendere appunti?

 

“KANDINSKY -> CAGE”
Reggio Emilia, Palazzo Magnani. Dall’ 11/11/2017 al 25/2/2018

In questo palazzo storico nel cuore di Reggio Emilia arriva la tanta l’attesa mostra “Kandinsky -> Cage”, un percorso tra arte e musica che parte da Kandinsky e approda a Cage.
Qui interiorità e spiritualità vengono indagate come temi aperti, capaci di raccogliere molte suggestioni in una continua sinergia e un continuo passaggio tra arte figurata e musica.
Si possono trovare esposte, in un percorso guidato tra colori e musica, ben 50 opere di Kandinsky fra dipinti, acquerelli, grafiche provenienti da musei e collezioni private.
La mostra viene animata da brani letterari degli artisti, video e installazioni che invitano a sperimentare e vivere l’arte a 360°.

 

“DUCHAMP, MAGRITTE, DALÌ. I RIVOLUZIONARI DEL ‘900”
Bologna, Palazzo Albergati. Dal 16 Ottobre all’11 Febbraio 2018

Questa straordinaria mostra è dedicata agli artisti che hanno rivoluzionato l’arte nel Novecento – Duchamp, Magritte, Dalì, Ernst, Tanguy, Man Ray, Picabia, Pollock e molti altri, tutti insieme per raccontare un periodo di creatività straordinaria e geniale.
Questi esponenti del dadaismo e surrealismo sono stati nel mondo dell’arte dei veri innovatori; questi artisti, più o meno un secolo fa, hanno creato infatti accostamenti inaspettati, inventato l’automatismo, il ready made, il fotomontaggio, il biomorfismo, la metamorfosi e dipinto paesaggi onirici e del desiderio.
Una mostra unica che risveglierà il vostro lato più creativo!

 

“MEXICO, LA MOSTRA SOSPESA – OROZCO, RIVERA, SIQUEIROS”
Bologna, Palazzo Fava. Fino al 18/2/2018

Nella bella cornice di Palazzo Fava a Bologna sono esposte ben 68 opere tra le più significative della pittura muralista messicana, riconosciute patrimonio nazionale messicano e appartenenti al Museo Carrillo Gil, al Museo Nacional de Arte e al Museo de Veracruz.
Questa mostra è denominata “exposición pendiente” (la mostra sospesa) poiché questa raccolta di quadri affrontò varie vicissitudini: doveva essere inaugurata il 13 settembre del 1973 a Santiago del Cile, ma due giorni prima il generale Augusto Pinochet effettuò il golpe che lo mantenne al potere nei 17 anni successivi.
E così i quadri che facevano parte di questa mostra vennero imballati in gran fretta e spediti in aereo insieme alla vedova e i due figli dell’ex presidente Salvador Allende. Nessuno vide neanche uno di quei quadri inediti e la collezione ritornò nei musei messicani da dove provenivano. Ecco il perché di questa denominazione… Una storia affascinante che rende questa mostra ancora più imperdibile!

 

“PERSONAE – MOSTRA FOTOGRAFICA DI ELLIOTT ERWITT”
Forlì, Musei San Domenico. Fino al 7 Gennaio 2018.

Questa è la prima grande retrospettiva delle immagini del geniale fotografo Elliot Erwin, con opere fotografiche sia in bianco e nero che a colori.
Erwitt è stato in grado di ritrarre numerose celebrità con eleganza, profonda umanità ed ironia; a Forlì sono esposti infatti anche scatti che ritraggono anche Marilyn Monroe, Che Guevara, Sophia Loren, John Kennedy, Arnold Schwarzenegger e molti altri.
Questo artista è infatti considerato da molti il fotografo della commedia umana.
Una mostra fotografica davvero imperdibile!

 

“MONTEZUMA, FONTANA, MIRKO. LA SCULTURA IN MOSAICO DALLE ORIGINI A OGGI
Ravenna, Museo D’Arte della città di Ravenna. Fino al 7/1/2018.

E’ una mostra che va ad esplorare il rapporto tra la scultura e il mosaico e che ha l’intento di sondare e documentare la nascita e l’evoluzione di questo particolare linguaggio artistico. Sarà qui possibile comprendere meglio le differenti declinazioni del concetto di “tessera” da parte degli scultori a partire dagli anni ‘30 del Novecento.
Per chi ama i mosaici e le magie che creano queste tessere accostate l’una all’altra, questa è una mostra da non perdere, per capire e comprendere meglio questa particolare forma d’arte.

 

CARLO BONONI. L’ULTIMO SOGNATORE DELL’OFFICINA FERRARESE
Ferrara, Palazzo dei Diamanti. Fino al 7/1/2018

Nel meraviglioso Palazzo dei Diamanti di Ferrara si tiene la mostra dedicata all’artista ferrarese Carlo Bononi, a uno dei grandi protagonisti della pittura del Seicento.
Questo artista è stato spesso accostato a Zurbarán o Caravaggio; le sue tele sono vere e proprie meraviglie pittoriche create in tempi tragici, di carestie e pestilenze, nell’Italia di inizio Seicento.
Questa è la prima rassegna monografica dedicata a questo autore ed è un percorso volto a riscoprire le sue opere, rimaste spesso offuscate nel passato dal ricordo della stagione rinascimentale degli Este.
Un ottimo motivo per visitare la bellissima città di Ferrara!

 

(Valeria Moschetwww.mylovelybologna.com)

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?