Logo

addFav

4 idee originali per passare le vacanze di Pasqua in Emilia-Romagna

I giorni che precedono e seguono la Pasqua sono solitamente buone occasioni per godersi qualche momento di relax, dopo la fredda stagione invernale, dedicandosi alle prime gite fuoriporta di primavera. Così, in questo periodo capita spesso di mettersi alla ricerca di qualche nuova meta da raggiungere o di qualche bel programma da realizzare in compagnia dei propri cari. Tenendo presente che le località di mare e di montagna, oppure le meravigliose città d’arte della nostra regione rimangono comunque delle valide alternative da prendere in considerazione, in quest’articolo vi proponiamo 4 idee più originali per trascorrere le vacanze di Pasqua in Emilia-Romagna. Pronti a scoprire quali sono?

(Stefania Fregni, www.mymodenadiary.it)

3978580400

Tra i castelli del Ducato di Parma e Piacenza

Di borghi e castelli ne parliamo sempre volentieri: per noi sono luoghi magici capaci di farci vivere atmosfere uniche e per questo mete ideali per una gita fuori porta, anche giornaliera, adatta a tutta la famiglia. Ecco, allora, che, per la prossima Pasqua, la ricca offerta d’iniziative in alcuni splendidi borghi e castelli tra Parma e Piacenza può fare proprio al caso nostro! Oltre a escursioni in mezzo alla natura, vi attendono percorsi d’arte e tanti appuntamenti interessanti per grandi e bambini. Iniziamo col parlarvi delle divertenti cacce al tesoro dedicate alle famiglie: al Castello di Gropparello, ad esempio, i bambini saranno chiamati a rispondere all’appello di Mago Merlino per trovare il magico Uovo di Drago, al Castello di Varano, si andrà invece alla ricerca dell’Uovo d’Oro, a Rivalta o al Castello di Scipione dei Marchesi Pallavicino si proveranno a trovare le uova pasquali nascoste dai cattivi! Proseguendo, dal 31 marzo al 2 aprile, gli amanti del cibo, potranno prendere parte al “Castle Street Food” di Fontanellato: tre giorni all’insegna dello street food ricchi di interessanti appuntamenti come show cooking, workshop, presentazioni di libri, DJ set e addirittura di sfide tra i “truckers” provenienti da tutta Italia. E ancora, per gli appassionati del Medioevo sarà possibile visitare a Rivalta “Le tavole di una famiglia Piacentina in mostra”, una grande esposizione di pezzi unici della famiglia dei Conti Zanardi Landi. Gli appuntamenti nelle terre dei Castelli del Ducato per questa Pasqua non finiscono qui… per conoscerli tutti vi consigliamo di consultare il programma sul sito ufficiale [www.castellidelducato.it].

2808967514

Una bella gita in un grande giardino

Forse non tutti sanno che in Italia da qualche anno si sta fortemente sviluppando l’Horticultural Tourism, una nuova forma di turismo green che vuole portare alla scoperta dei giardini più belli del nostro paese. L’Italia ha, infatti, bellissimi giardini, ma ce ne sono alcuni (più di un centinaio) talmente tanto caratteristici, particolari e nascosti da meritare oltre che una menzione speciale anche un circuito dedicato, quello dei “Grandi Giardini Italiani”. Una rete di eccellenza, fondata dall’inglese Judith Wade nel 1997, con l’obiettivo di valorizzare il patrimonio pubblico e privato degli splendidi giardini all’italiana. In Emilia – Romagna ce ne sono 6: quelli storici del Castello Grazzano Visconti a Piacenza, del Palazzo Fantini a Tredozio (Forlì – Cesena) e di Villa Montericco Pasolini a Imola, quelli moderni del Palazzo di Varignana a Castel San Pietro Terme (Bologna) e del Labirinto della Masone a Fontanellato (Parma) e, infine, quello paesaggistico di Villa La Babina a Sasso Morelli (Imola). Luoghi meravigliosi, tutti da visitare in cui sarà possibile dedicarsi a diverse attività secondo le loro differenti peculiarità. Per saperne di più su ciascun giardino vi consigliamo di visitare il sito del network [www.grandigiardini.it]. Inoltre, vi segnaliamo che, a Pasquetta, sarà organizzata un’avvincente caccia al tesoro dedicata ai bambini in moltissimi dei giardini del circuito, una bella occasione per far avvicinare i più piccini alla natura attraverso il gioco. Tra i giardini coinvolti nell’iniziativa c’è anche il Labirinto della Masone, di cui vi avevamo già parlato sul magazine, il più grande labirinto al mondo di bambù, realizzato dall’editore, designer e collezionista Franco Maria Ricci.

836320323

Qualche giorno in agriturismo

Trascorrere qualche giorno in un agriturismo della nostra regione significa vivere appieno le tradizioni locali e i ritmi lenti della natura… e allora perché non pensare di farlo proprio a Pasqua? Ad attendervi ci saranno splendidi paesaggi, tradizioni famigliari autentiche, buon cibo, ma soprattutto allegre scampagnate e tanti momenti da trascorrere all’aria aperta!
In questi luoghi, potrete andare alla scoperta dei nostri prodotti tipici, immergervi in aree naturali protette di altissimo valore paesaggistico, fare esperienze speciali in grado di dare un valore aggiunto al vostro soggiorno, come diverse attività sportive, alcune delle quali uniche, o attività rigenerative (lo yoga o la meditazione ad esempio) con lo scopo di ritrovare il vostro equilibrio psicofisico. E ancora, in alcune di queste strutture ricettive, potrete anche prender parte a  svariati corsi come quelli dedicati alla scoperta delle attività contadine e agricole oppure a quelli di cucina che vi faranno mettere letteralmente “le mani in pasta” avvicinandovi ancora di più alla tradizione culinaria del luogo. Tanti e diversi sono i servizi offerti dalle strutture agrituristiche dell’Emilia – Romagna, siamo sicuri che potrete trovare, quindi, quelli più adatti alle vostre esigenze. Per approfondire vi invitiamo a consultare il sito ufficiale degli agriturismi della nostra regione [www.agriturismo.emilia-romagna.it].

2493320202

In barca, a piedi, in bicicletta o a cavallo nel Parco del Delta del Po

Ecco un’altra bella idea per godersi la natura e, in particolare, un luogo davvero suggestivo e unico: il Parco del Delta del Po, che ha il suo cuore nelle valli che circondano la meravigliosa Comacchio, di cui vi abbiamo già parlato sul nostro magazine. Caratterizzato da verdi piante e grandi lagune, il Parco del Delta del Po è un sito naturalistico di grande interesse che, soprattutto, nel periodo di Pasqua propone diverse attività all’insegna del “vivere slow” in mezzo alla natura. Il programma della “primavera slow” in questa riserva di biosfera MAB UNESCO, inizia il 17 marzo e finisce il 24 giugno: 14 settimane dedicate al birdwatching, al turismo e alla fotografia naturalistica, al cicloturismo, al turismo fluviale, a quello sportivo, alla didattica ambientale, all’enogastronomia e alle tradizioni culturali. In particolare, a Pasqua, il 30 e il 31 marzo e l’1 e il 2 aprile i visitatori potranno scegliere da un fitto calendario di attività che spaziano dalle escursioni in barca, a piedi, in bici o a cavallo, ai laboratori didattici, alle visite guidate come quelle in motonave sul delta del fiume o quelle che permetteranno di ammirare i bellissimi fenicotteri che hanno casa nel parco. Tutte le informazioni sulla primavera slow del Parco del Delta del Po si trovano sul sito dedicato [www.primaveraslow.it].

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?