Logo

addFav

Le foto delle vacanze: 10 consigli per renderle perfette

Le vacanze ci danno sempre buone opportunità di vivere momenti bellissimi, attimi che vogliamo fissare nel nostro cuore, per ricordarli nel tempo. Per fermare questi istanti di solito ricorriamo alla fotografia, che oggi più che mai è… a portata di smartphone!

Soprattutto in questo periodo, di partenze e di viaggi, la voglia di scattare tante belle foto è altissima… ma siamo proprio certi di conoscere tutti i segreti che ci consentiranno di portarci a casa scatti indimenticabili?  Ecco, allora, 10 semplici regole da seguire per migliorare le nostre foto e rendere, così, i nostri ricordi memorabili.

 

1 – La scelta del soggetto e del luogo

Scattare foto che non siano solo delle “foto-ricordo” non è sempre facile per chi non è un professionista. Un buon consiglio per rendere i nostri scatti speciali è quello di provare a cogliere le particolarità dei luoghi in cui ci troviamo o di immortalare le persone in circostanze diverse, fotografando l’azione, senza aspettare una posa. Meglio variare, poi, spesso le tipologie di scatto, alternando ritratti, paesaggi, dettagli ecc., in questo modo avremo una visione completa di tutta la nostra esperienza. Per trovare l’ispirazione, Instagram può essere sicuramente una fonte giusta: basta digitare l’hashtag legato al luogo in cui siamo e vedere, così, quali belle inquadrature non dobbiamo assolutamente perderci!

 

2 – La giusta inquadratura

Come disponiamo il nostro soggetto all’interno dell’area inquadrata è una parte molto importante del processo fotografico e può fare la differenza. Per non sbagliare si può seguire la regola dei due terzi, da sempre utilizzata in pittura e poi diffusasi in fotografia. Questa regola ci dice che dividendo l’immagine in terzi e mettendo il nostro soggetto in uno dei punti d’intersezione delle linee immaginarie tracciate, l’immagine sarà più equilibrata e armonica rispetto a una composizione in cui il soggetto è al centro.

 

3 – Il corretto angolo di scatto

Per evitare che i nostri scatti abbiano proporzioni errate e angolature troppo marcate (salvo che non decidiamo di farlo per scelta), è sempre meglio posizionare il nostro smartphone parallelamente e frontalmente al nostro soggetto. Se è una persona, dovremo collocare la camera all’altezza dei suoi occhi, se invece è un paesaggio o un elemento al suo interno allora dovremo cercare di metterci il più frontale possibile per mantenere dritte le linee prospettiche. Ovviamente non è sempre fattibile, ma in questo caso, ci vengono incontro alcune App, come VSCO, SKRWY e lo stesso Instagram, che ci aiuteranno a raddrizzare il tutto in postproduzione.

 

4 – La luce e l’esposizione

La luce è un altro elemento fondamentale. Ricordiamoci sempre che ci sono orari e condizioni migliori per scattare rispetto ad altri (ad esempio l’ora in cui il sole è più alto è più difficile ottenere un buon effetto perché la luce è massima e la foto risulterà un po’ bruciata). In generale, è bene tenere la luce alle nostre spalle, evitando così i “controluce” (se non voluti), e di controllare al momento dello scatto che l’esposizione del nostro smartphone sia esatta.

 

5 – La messa a fuoco e la mano ferma

Per evitare uno sgradevole effetto “sfuocato” è bene verificare, prima di scattare, che il fuoco automatico si sia posizionato correttamente sul nostro soggetto (se vogliamo mettere a fuoco una porzione specifica basterà spostarlo toccando lo schermo). Una volta verificato, ricordiamoci, poi, sempre di tenere lo smartphone ben saldo tra le mani.

 

6 – La scelta della modalità di scatto

Gli smartphone mettono a disposizione diverse modalità di scatto (es. ritratto, formato panoramico, formato quadrato ecc.). Decidere quale possa essere la più giusta per l’occasione a volte può incidere sul risultato finale. Quando scattiamo, proviamo, allora, diverse opzioni anche per lo stesso soggetto per poi riservarci di valutare in seguito la foto che preferiamo.

 

7 – Gli scatti in rapida successione

Questa funzionalità, messa a disposizione da alcuni smartphone o App dedicate, permette di scattare velocemente una serie di fotografie in successione. E’ quindi molto utile quando il soggetto si muove perché permette di salvare una sequenza di foto e di scegliere successivamente solo quella con il gesto o la posizione migliore. Usatela per immortalare i salti, i lanci oppure le camminate da un punto a un altro (magari davanti a un muro colorato), l’effetto sarà super!

 

8 – L’utilizzo dell’HDR

L’HDR (High Dynamic Range) è una ripresa digitale ottenuta mediante una funzionalità speciale che realizza una serie di scatti a esposizioni diverse per poi unirli insieme in un’unica immagine. Utilizzando la funzione HDR dei nostri smartphone è possibile ottenere, quindi, una foto in cui luci e ombre sono più bilanciate e armoniche. L’HDR va usato, però, solo in certi casi: per i paesaggi, per migliorare il contrasto tra cielo e terra, per i ritratti, quando sul volto del soggetto la luce del sole è troppa, in situazioni con scarsa luminosità o per fotografie in controluce.

 

9 – Due cose da evitare: lo zoom e l’uso del flash

Lo zoom digitale e il flash sono da evitare il più possibile: entrambi fanno perdere alle foto di qualità. Nel primo caso proviamo ad avvicinarci al soggetto, nel secondo meglio trovare condizioni di luce migliori.

 

10 – La postproduzione

Oggi abbiamo a disposizione tantissime possibilità per migliorare e correggere i nostri scatti, quindi usiamole! Magari non è necessario post-produrre proprio tutto, ma possiamo fare una scelta e procedere con una selezione ristretta di foto. Per tutte le regolazioni, noi vi consigliamo di usare l’App Snapseed, mentre per applicare filtri fotografici “da paura”, VSCO e/o Enlight.

 

E per finire, ecco un ultimo consiglio, fuori decalogo ma comunque essenziale… rilassiamoci e godiamoci le meritate vacanze! 😉

(Stefania Fregni, www.mymodenadiary.it)

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?

Privacy Preference Center

Cookie tecnici

Questi cookie sono necessari per il funzionamento del sito, e non possono essere disattivati. Essi sono solitamente installati in seguito a sue azioni equivalenti alla richiesta di un servizio (impostare le sue preferenze sulla privacy, registrarsi, completare griglie informative, etc.). Lei può impostare il suo browser per bloccare o avvertirla della presenza di questi cookie, ma alcune parti del sito potrebbero, in seguito, non funzionare.

gdpr[allowed_cookies], gdpr[consent_types]

Cookie analitici

Ci permettono di contare le visite e le fonti di traffico, misurare e migliorare la performance del sito. Ci mostrano quali pagine del sito sono più o meno visitate e come gli utenti si comportano si di esse. Se lei non presta il consenso a questi cookie, non sapremo quando ha visitato il nostro sito, né saremo in grado di monitorarne la performance.

_gat_gtag_UA_20652218_2, _gat_gtag_UA_112910981_1, _ga, _gid,fr