Logo

La cotogna - Non Solo Buono
addFav

La cotogna

Può sembrare strano, ma esistono anche frutti che non si possono mangiare da crudi. La cotogna è uno di questi. Fortemente aspro e astringente per l’elevato contenuto di acidi tannici, questo frutto è indigeribile da crudo, ma una volta cotto in composte e marmellate diventa dolce e molto gradevole. Infatti, nella cucina popolare siciliana si usa per fare la cotognata, mentre in quella emiliana la cotogna è l’ingrediente fondamentale per fare la mostarda bolognese, o marmellata nera, con cui si farciscono la “pinza” o i tortelli dolci ripieni tradizionali.

L’albero del cotogno è un ibrido tra la mela e la pera che ha origini antichissime. Il nome deriva da Cydon l’antica città dell’isola di Creta di cui è originario. I frutti sono chiamati mele o pere cotogne a seconda che siano più tondi o allungati.

Pare che addirittura il termine marmellata derivi dal portoghese marmelo, ovvero mela cotogna. Antichi ricettari che risalgono al V secolo dopo Cristo riportano già l’indicazione di bollire le mele cotogne con il miele per ottenere una conserva.

“I pér i fan mia i pum”
I peri non fanno mele.
Detto popolare emiliano

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?