Logo

Il tortellino: la leggenda di due città - Non Solo Buono
addFav

Il tortellino: la leggenda di due città.

Il tortellino è la pasta all’uovo ripiena, tipica della provincia di Bologna e di Modena. Tuttavia su chi effettivamente abbia inventato il tortellino ci sono delle notizie discordanti e le due città si contendono la paternità ancora oggi.

Ambiguità che viene enfatizzata da una famosa leggenda. La storia narra di un oste originario di Bologna che, nella sua locanda di Castelfranco Emilia, nella provincia di Modena, ebbe la fortuna di ospitare una nobildonna. Sbirciando dalla serratura della stanza rimase colpito dalla bellezza della sua ospite e in particolare del suo ombelico. Per ricordarsi di quella visione cercò di riprodurre l’ombelico: così inventò i tortellini.

Di fatto ciò che oggi distingue la ricetta dei tortellini di Modena da quelli di Bologna è il ripieno. I veri tortellini di Bologna sono ripieni con lombo di maiale, prosciutto crudo, mortadella, Parmigiano Reggiano, uova e un profumo di noce moscata, mentre quelli modenesi con polpa di manzo, prosciutto, mortadella, parmigiano e noce moscata.

1975298864

LA REZDORA

Nelle campagne emiliane era la “rezdora” (reggitrice) che mandava avanti la casa. Le “rezdore” venivano chiamate in città per esercitare la loro arte, l’arte di preparare i tortellini, a banchetti, feste e matrimoni. Una volta finito tornavano a casa con gli avanzi e potevano iniziare la loro festa in famiglia.

3836078945

IL BRODO DI CAPPONE

Per la tradizione i tortellini vanno mangiati esclusivamente in brodo, meglio ancora se nel brodo di cappone. Si dice, infatti, che il sapore delicato della carne di cappone si sposi perfettamente con il ripieno dei tortellini e ne esalti il gusto.

Al premm turtel, an vèn mai bel.
Il primo tortellino non è mai perfetto.
Detto popolare emiliano.

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?