Logo

Riesling: il vitigno
addFav

Riesling: il vitigno “caldo” che viene dal freddo

Il Riesling è un vitigno nobile di carattere aromatico e di grande espressività da cui derivano vini aromatici, minerali, floreali a seconda della latitudine e area dove viene coltivato. Ha capacità straordinarie di invecchiamento in quanto con caratteristiche di acidità forse uniche nel panorama vinicolo mondiale. Con la base Riesling si producono i più grandi vini dolci del mondo, non me ne vogliano gli amici di Bordeaux (Sauternes) o ungheresi (Tokaji).

Il vitigno, per esprimersi in tutta la sua compiuta grandezza, ha necessità di clima fresco, con grandi escursioni termiche per permettere ai suoi profumi, di acclarata natura isoprenoide e non terpenica, di evolvere con quello spettro che l’hanno reso celebre e ricercato dai grandi appassionati mondiali.

In Italia le massime espressioni le ritroviamo in Alto Adige, in parte in Trentino e nella parte langarola del Piemonte, dove negli ultimi decenni alcuni ispiratissimi produttori sono riusciti ad intuire, nonostante l’antica tradizione locale di grandiosi vini rossi, che le condizioni sarebbero state ideali per la produzione di grandi vini bianchi a base Riesling.

(Marco Manzoli, sommelier)

2281275752

Germania

Il Riesling è il vitigno renano per eccellenza; la Valle del Reno è unanimemente riconosciuta come la sua culla. Deriva da “riesen” (scorrere in tedesco) perché prima di acclimatarsi in Alsazia era sensibile alla “colatura” (in caso di condizioni climatiche avverse, come piogge al momento della fioritura, il fiore cade impedendo la produzione dell’uva). In questo distretto vengono prodotti i vini dolci più buoni e ricercati del mondo, dove in alcuni casi possono raggiungere valorizzazioni economiche stratosferiche e la vendita, nelle massime espressioni, avviene esclusivamente mediante aste. Il Riesling in Germania, generalizzando, ha una mineralità spiccata, è elegantissimo, ha intensità inusuali e con acidità sferzanti, bilanciate da residui zuccherini in perfetto equilibrio.

4087074992

Alsazia

Diverso dal cugino tedesco, il riesling alsaziano è piantato nella regione sin dalla fine del XV secolo. Anche se viene correntemente citato già nel secolo successivo, la sua coltivazione si svilupperà soltanto nella seconda metà dell’ottocento. Dopo gli anni ‘60 rappresenterà la prima superficie produttiva d’Alsazia. Il Riesling in Alsazia, nonostante anche in questo caso le migliori espressioni derivano dai vini dolci, si differenzia mediamente dai Riesling prodotti in Germania da caratteristiche sensoriali legate all’estrema potenza, con sapidità e mineralità spiccate e riconoscibilissime note fruttate.

“La vita è troppo breve per bere vini mediocri”.
Proverbio sul vino
Wolfang Goethe

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?