Logo

Asparago verde di Altedo: una tipicità secolare - Non Solo Buono
addFav

Asparago verde di Altedo: una tipicità secolare

L’Asparago Verde di Altedo IGP è una prelibatezza emiliana nota in tutto il mondo. L’origine della pianta si perde nella storia delle civiltà mesopotamiche, ma della varietà emiliana se ne parlava già nell’antica Roma, dove questi ortaggi erano considerati una vera prelibatezza: raccolti con cura e incartati al meglio, dalla pianura emiliana partivano alla volta dell’Urbe per allietare i lauti banchetti delle tavole dei patrizi.

Nonostante la lunga storia, la tradizione dei coltivatori di Asparago nella zona di Altedo si è consolidata solo nel corso del Novecento, con la nascita di numerose cooperative specializzate nel territorio. Nel 2003, per proteggere questa tipicità, hanno costituito il Consorzio di Tutela dell’Asparago Verde di Altedo IGP. Per fregiarsi dell’IGP, l’asparago verde deve essere coltivato esclusivamente in 30 comuni del territorio di Bologna e 26 della provincia di Ferrara.

Ad Altedo l’ortaggio è il protagonista della Sagra dell’Asparago Verde, che ogni anno anima la cittadina della Bassa nelle domeniche centrali di maggio, con la collaborazione dei coltivatori della zona e la partecipazione di numerose associazioni culturali.

Il momento migliore della raccolta è la prima metà della primavera, per questo l’asparago è tra gli ingredienti immancabili nelle preparazioni della bella stagione. Saporite torte salate impreziosite dai verdi turioni dell’ortaggio, pennette con asparago in tocchetti, risotto all’asparago, insalate miste o sfiziosi antipasti: l’asparago riesce a connotare con versatilità numerose ricette.

(Matteo Barboni)

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?