Logo

Dadolata di gamberi - Non Solo Buono
Cuore_buono

Secondo una tradizione popolare la tapa ha un’origine reale. Mentre il re di Spagna Alfonso XIII beveva un vino in una locanda, si alzò il vento e da una finestra entrò una corrente. Per non far riempire il bicchiere di sabbia il cameriere lo tappò con del prosciutto. Da qui il nome tapa.

Non solo buono. Scopri perché
Arrow_right
addFav

Dadolata di gamberi

Questa ricetta, come le tapas spagnole, ha una preparazione molto facile e veloce, che la rendono perfetta per un aperitivo in casa ma anche per non rinunciare alla bontà se si organizza una cena all’ultimo momento.

persone2
portataSecondo
cottura15 MIN
difficoltàBassa

Gamberi

300 g (sgusciati)

Germogli di soia

100 g

Semi di sesamo

Salsa di soia

PREPARAZIONE

Tagliare a pezzi i gamberi freschi già puliti e sgusciati e metterli a marinare con la soia e una manciata di semi di sesamo per 5 minuti. Lavare i germogli di soia.

In una padella antiaderente far imbiondire uno spicchio di aglio e del peperoncino, secondo il proprio gusto. A aggiungere i gamberi a pezzetti e cuocere per pochi minuti. Infine sfumare con della soia liquida e attendere che evapori.

Disporre al fondo di una coppetta una manciata di germogli di soia e aggiungere sopra la dadolata di gamberi ben calda.

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?