Logo

addFav

Su fino a San Luca! Lungo i portici e su per gli scalini verso il santuario simbolo di Bologna.

Se avete vissuto a Bologna o a stretto contatto con un bolognese avrete sicuramente sentito dire: “Se succede questo a quello, giuro che vado fino a San Luca a piedi!”.

In effetti la lunga e bellissima passeggiata che parte da via Saragozza e porta fino al Santuario di San Luca è un pochino impegnativa e mette in moto sicuramente le gambe, ma rappresenta anche un modo per “ringraziare”, quasi come un fioretto, la Madonna protettrice della città per i buoni eventi che capitano ai bolognesi.

Meta continua non solo di pellegrinaggi ma anche di passeggiate o allenamenti sportivi, la meravigliosa salita che porta fino sul Colle della Guardia, dove si trova il santuario simbolo di Bologna, è un’esperienza davvero da non perdere e attraverso la quale potrete respirare profondamente lo spirito bolognese.

Bologna, con i suoi quasi 40 kilometri di portici è una città unica per questa sua caratteristica. Il portico di San Luca, che parte dall’Arco Bonaccorsi a Porta Saragozza ed arriva fino al Santuario della Madonna di San Luca è, con i suoi 3.796 metri di lunghezza e le 666 arcate, addirittura il più lungo del mondo!

Pensate che questo portico fu costruito tra il 1674 e il 1721 con il contributo dei cittadini: moltissimi bolognesi infatti parteciparono alle ingenti spese per i lavori e qualcuno addirittura si rimboccò le maniche e in prima persona prese parte ai lavori, formando una lunga catena umana per trasportare i materiali necessari per costruire il tratto del porticato in collina. Questo evento simboleggia profondamente lo spirito profondo della comunità bolognese, che nei momenti di bisogno sa stringersi ed aiutarsi unendo le forze riuscendo a realizzare opere incredibili come questa :)

Ecco perché la passeggiata verso San Luca è molto di più che un momento sportivo o di relax, ma rappresenta invece un modo per entrare in connessione con Bologna e il suo più profondo spirito. Salire a San Luca è suggestivo in tutti i momenti della giornata, ma io preferisco farlo la mattina presto quasi in solitudine oppure in mezzo al pieno flusso di persone della domenica mattina, quasi a voler compiere un rito tutti insieme.

Io parto solitamente dall’inizio di via Saragozza, per poter percorrere anche questa via (a parere di molti una delle più belle della città) che alterna antiche botteghe a nuovi negozi, bar, pasticcerie e famose trattorie in un continuum tra passato e presente. Questa via è stata anche sfondo di molti film, in particolare passandoci mi viene spesso da ricordare Jack Frusciante è uscito dal gruppo di Enza Negroni (1996) o Gli amici del Bar Margherita (2009), poiché il bar che ispirò il bellissimo film di Pupi Avati si trova proprio in questa via al numero 85.

Arrivati all’Arco del Meloncello la salita si farà sempre più irta e i portici cambieranno di colore molto spesso nelle sfumature dei toni pastello. Lasciatevi immergere in questo scenario e nei suoi colori caldi e mischiatevi tra le persone che camminano sotto questi portici che sembrano avvolgere e proteggere la città e i suoi abitanti. Mano a mano che salirete anche il panorama cambierà fino ad arrivare, in cima, a una bellissima visione di Bologna dall’alto e dei suoi colli che la circondano.

Arrivati al Santuario potrete visitarne l’interno oppure semplicemente godere del panorama e riposarvi prima della discesa.

Quando rientrerete vi consiglio di fare una tappa al mitico e storico bar Bar Biffi, proprio sotto lArco del Meloncello. Le allegre signore dietro al bancone della pasticceria e i simpatici baristi vi regaleranno un sicuro sorriso, mentre potrete mangiare dell’ottima pasticceria dolce e salata.

Se l’ora è poi quella di pranzo potrete scegliere tra varie trattorie in zona; io vi consiglio in primis la Trattoria al Meloncello e A casa mia due ottime alternative per testare l’autentica e famosa cucina bolognese e rifocillarvi dalle fatiche della camminata 😉

Per me salire fino a San Luca tutto d’un fiato è un rito del cuore che faccio sempre quando posso, per sentirmi al 100% bolognese e godere della magia che riesce ad emanare la mia città. :)

(Valeria Moschetwww.mylovelybologna.com)

 

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?