Logo

Mercatini di Natale: tra fiabe e magia - Non Solo Buono
addFav

Mercatini di Natale: tra fiabe e magia

Arriva Dicembre e sembra che l’aria si colori di una nuova atmosfera: le strade si illuminano e anche i più scettici non riescono a fare a meno di fermarsi ad ammirare quel particolare scintillio che circonda ogni cosa. I vicoli profumano di festa, nell’aria sembra di riuscire a cogliere gli odori di una volta. Il freddo pungente quasi non si percepisce più. I bambini, matite in mano, non vedono l’ora di scrivere chilometriche letterine a Babbo Natale, ricordandogli quanto sono stati buoni. I più grandi tirano fuori dalla cantina impolverati scatoloni colmi di palline e decorazioni, mentre cominciano a pensare al menù delle cene.

Sembra proprio il periodo perfetto per concedersi una gitarella fuori porta durante il weekend e cercare un regalo originale da donare ai propri cari: via allora all’esplorazione dei tradizionali mercatini di Natale. Il nostro Paese, da nord a sud, ci offre un ventaglio di scelte non indifferente, in grado di accontentare davvero chiunque, tra artigianato locale, gustose leccornie, design e arte.

Non possiamo non partire in questo suggestivo viaggio dalla città in cui l’atmosfera natalizia la fa da padrona: Bolzano. Passeggiando per piazza Walther con uno strudel di mele tra le mani o un buon bicchere di vin brulè in mezzo alle casette in legno del Christkindlmarkt – il mercato di Gesù Bambinosi resta conquistati dalle sapienti mani degli artigiani locali che con perizia  trasformano vetro e legno in autentiche opere d’arte. Potrete acquistare tante idee regalo all’insegna della più genuina tradizione altoatesina, nonché diverse specialità gastronomiche e deliziosi dolci natalizi, come il famoso Zelten a base di frutta secca.

Se siete in Alto-Adige altra tappa d’obbligo sarà il mercatino natalizio di Merano (Meraner Weihnacht). Situato a pochi chilometri dal confine austriaco, dà ai visitatori l’impressione di trovarsi in un altro Paese: non è raro trovare adulti e bambini con il naso in su, rapiti dalle caratteristiche casette colorate in stile jugendstil circondate dalle Alpi Centrali che fanno da custodi della vallata. Sulla passeggiata lungo le due sponde del fiume Passirio, tra il ponte del Teatro e il ponte della Posta, si possono comprare veri e propri gioielli di artigianato locale, come i tradizionali presepi intagliati nel legno o gustare un saporito hamburger tirolese. E per i più curiosi è possibile prenotare anche un giro per la città a bordo di una carrozza trainata da cavalli!

Con le sue antiche mura merlate, Trento resta sicuramente la meta più ambita per chi desidera fare un giro tra i più bei mercatini. L’aria pungente e il profumo di spezie che avvolgono Piazza Fiera e Piazza Cesare Battisti sono gli elementi che più restano impressi nella memoria: tra palline e decorazioni realizzate a mano da artisti locali, ci si può fermare di tanto in tanto per una sosta, durante la quale gustare tradizionali prodotti tipici come la treccia mochèna (realizzata con una pasta dolce lievitata e ripiena di crema pasticcera e composta di mirtilli), la polenta “brustolada” e sorseggiare un buonissimo “parampampoli”, bevanda a base di caffè, grappa, vino, zucchero e miele.

Spostandosi in Toscana, il nostro viaggio continua a Firenze. Tra novembre e dicembre la capitale dell’arte viene avvolta da un’atmosfera quasi fiabesca. La suggestiva Piazza Santa Croce si riempie di bancarelle colme di specialità gastronomiche, dolci, cioccolata e addobbi per l’albero di Natale. Se pensate che il Weihnachtsmarkt fiorentino sia un’imitazione dei più famosi mercatini mitteleuropei vi sbagliate di grosso: quello di Firenze è un mercato con quasi 500 anni di storia.

Come sappiamo, tutte le strade portano a Roma e i mercatini di Natale non potevano non passare dalla capitale. Nello splendido scenario di Piazza Navona, fra antichi palazzi e la celebre Fontana dei Quattro Fiumi si snodano numerosi e variopinti banchetti in un tripudio di oggetti artistici, giocattoli, decorazioni, mentre giocolieri e funamboli si esibiscono in mezzo alla folla.

Infine, non potevamo trascurare la regione dei presepi per eccellenza, la Campania. Il Natale a Napoli è assolutamente unico, perché a differenza del resto d’Italia in cui si svolgono i mercatini solo durante i mesi di novembre e dicembre, nella città partenopea il Natale è tutto l’anno.  La zona compresa tra San Gregorio Armeno e Spaccanapoli è tutta un susseguirsi di pittoresche botteghe artigiane, specializzate nella realizzazione di statuine del presepe, tradizionali o meno: non è raro affiancare ai Re Magi gli immancabili Totò, Maradona e persino il presidente Obama.

Insomma, per gli amanti della tradizione e per tutti coloro che vogliono incontrare Santa Claus e lasciarsi avvolgere dall’aria magica del Natale non è possibile prescindere da almeno una visita agli splendidi mercatini che ogni anno si rinnovano in giro per l’Italia.

(Federica Salciccia)

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?