Logo

Food truck, il cibo in movimento - Non Solo Buono
addFav

Food truck, il cibo in movimento

Il camioncino della piadina è tipico della riviera romagnola, mentre a Napoli si trova più spesso quello che vende il cuppetiello di frittura e il panino con la porchetta è un classico da sempre delle fiere e degli eventi che radunano gente in tutta Italia, ma oggi come non mai il food truck è diventato una vera e propria moda. È nato infatti anche un festival, ovviamente itinerante, che raduna nello stesso luogo e nello stesso momento decine di furgoncini di tutte le dimensioni, forme e colori, che propongono ciascuno un cibo differente e low cost. Si chiama Streeat Food Truck Festival  e promette un’esperienza gastronomica a 360 gradi perché la proposta di cibo spazia dalle specialità tradizionali regionali come lo gnocco fritto e le tigelle, ai piatti di carne come le polpette e gli hamburger, ai panini con ogni tipo di ripieno di salumi e formaggi di qualità.

Anche a scapito dello spazio, il mezzo più apprezzato per allestire queste cucine viaggianti resta sempre l’Apecar la vecchia icona italiana del boom economico degli anni ’50 che viene equipaggiata con ogni optional e decorata con le grafiche più creative. Sfruttando l’arrivo della bella stagione e la voglia di eventi all’aperto, le prossime tappe dello Streeat Food Truck Festival sono: dall’1 al 3 aprile a Bari, presso la spiaggia Torre Quetta; dal 15 al 17 aprile a Langhirano (PR), al Museo del Prosciutto; dal 22 al 25 aprile a Mantova, in piazza Virgiliana; dal 29 aprile all’1 maggio a Udine, in piazza Primo Maggio; dal 13 al 15 maggio a Padova, a Prato della Valle; dal 20 al 22 maggio a Milano, al CarroPonte; dal 27 al 29 maggio a Verona, all’Ex Arsenale; dal 2 al 5 giugno a Genova, in zona Fiera.

Ma se la tua città non è fra quelle toccate dal Festival, puoi consultare la pagina Facebook STREEAT – European Food Truck Festival e troverai certamente una cucina in viaggio nella tua direzione.

(Valentina Lanza)

1119648052

un Ape-ritivo di matrimonio

Un’idea per organizzare una festa di matrimonio decisamente non convenzionale? Eccola: APEritivo, lo street food ideato dallo chef napoletano Vincenzo Russo per portare la festa dove si vuole scegliendo fra tanti differenti menu street food ispirati alla cucina partenopea. Un’idea che permette anche di contenere i costi del rinfresco ma creando un evento che proprio nessuno potrà dimenticare. La promessa del team di APEritivo è quella di far brindare le persone dovunque, anche nelle location più inconsuete, quindi, non resta che metterci un po’ di fantasia per trovarle.
www.aperitivonapoli.it

1268831292

Quattro ruote e tante stelle

Lo street food on the road ha stuzzicato da tempo anche la creatività di grandi chef stellati. Il più convinto di tutti è Mario Uliassi a Senigallia che ha creato un vero e proprio progetto di cucina itinerante con il suo Uliassi Street Good. Oltre ai classici della gastronomia di strada come il cartoccio di pesce, i bomboloni, il panino con la trippa o quello con la porchetta, nella sua cucina mobile dal design ultra moderno Uliassi propone anche piatti del suo ristorante come il pollo alla cacciatora e le seppie con i piselli, rivisitate in chiave street. Queste ricette vengono utilizzate come abbondante e golosa farcitura e non per semplici panini, ma per riempire il trapizzino, un particolare triangolo di focaccia farcita inventato dal genio dello street food romano Stefano Callegari www.trapizzino.it
www.uliassi.it

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?