Logo

Gli alimenti-farmaco: un approccio pericoloso! - Non Solo Buono
addFav

Gli alimenti-farmaco: un approccio pericoloso!

Esistono davvero super alimenti che possono proteggerci dalle malattie? La nutraceutica, parola nata dalla fusione di nutrizione e farmaceutica si riferisce allo studio di alimenti che hanno una funzione benefica sulla salute umana. Un nutraceutico è un alimento-farmaco, ovvero un alimento salutare, con proprietà curative dei principi attivi naturali di comprovata e riconosciuta efficacia.

Questo approccio parte dal presupposto che l’alimentazione costituisce la base della nostra salute, ma, attenzione, perché può essere anche un concetto sviante e perfino pericoloso. Infatti, molte persone finiscono per considerare i cibi come delle medicine, li scelgono per una loro precisa proprietà e spesso li preferiscono crudi nella convinzione che la cottura ne rovini le caratteristiche. Queste persone vivono perennemente “a dieta” e rinunciano alla buona cucina.

Altri, al contrario, fanno affidamento esclusivamente sulle proprietà salutistiche dei singoli alimenti e finiscono per farsi del male. Ad esempio: se queste persone sanno che la zucca fa bene alla vista, preparano un bel risotto alla zucca senza darsi tanti pensieri circa le quantità di riso, di burro e di sale che mettono in pentola. Con la scusa di mangiare un alimento-farmaco, finiscono per ingerire troppe calorie, troppi grassi, troppi zuccheri e troppo sale, ma hanno la coscienza a posto. Non sanno che il vantaggio dell’alimento funzionale è cento volte inferiore rispetto allo svantaggio di assumere tutto il resto. Non si deve mai dimenticare che se la ricerca scientifica dimostra che alcuni cibi hanno provate proprietà salutari, la stessa ricerca scientifica dimostra anche che la causa principale dei tumori e delle malattie metaboliche è l’obesità, ovvero un’alimentazione ipercalorica, ipergrassa, iperzuccherata e ipersalata.

Per assicurarci di vivere in salute dobbiamo tenere presenti entrambi gli aspetti.

L’approccio dietetico che tiene conto solo delle calorie assunte è insufficiente per garantire la salute a tavola: un riso in bianco e una bistecca ai ferri hanno sì poche calorie, ma sono troppo poveri di sostanze salutari come vitamine, minerali e fibra.

L’approccio nutraceutico che considera solo le proprietà funzionali del cibo è anch’esso insufficiente per garantire la salute a tavola: i cibi ricchi di sostanze benefiche ma troppo calorici non fanno bene.

Il “cibo giusto” deve essere ricco di sostanze nutraceutiche e bilanciato in calorie e macronutrienti. Cucina Evolution è una nuova cultura alimentare che porta in tavola anche cibi tradizionalmente ipercalorici come lasagne, fritti e dolci, ma alleggeriti in calorie, grassi, zuccheri e sale e arricchiti in minerali, vitamine, antiossidanti e fibra.

(Chiara Manzi, presidente Associazione per la Sicurezza Nutrizionale in Cucina e direttore scientifico di Art joins Nutrition Academy)

Accedi

Per utilizzare il portale

oppure

Password dimenticata?

Accedi

Per visualizzare i tuoi preferiti

oppure

Password dimenticata?